FacebookTwitterRSS Feed
AUDIOSCREENING APP
Ecco i link per scaricare l’applicazione sui vostri dispositivi 
ANDROID-1
IOS-1
WINDOWS-1
questionario
Online il nuovo testo su liberalizzazioni e sentenze.
SCARICA IL PDFFIA-1
IdeaLab ______________
libro-idealab
 
Linee Guida ____________
linee guida
 

 

 

Apparecchi acustici venduti in famacia. Dura presa di posizione del presidente dell'Anap Gianni Gruppioni. Ecco le tappe
Scarica i PDF
Scarica Scarica
Scarica
 Scarica
Scarica
 Scarica

Area Download

udi e sicu quad 3

larivista2

La vita, il Destino_______

scarica il libro

ETICA

 

Iscriviti alla Newsletter de l'Audioprotesista per essere sempre aggiornato

* Campi Obbligatori
 
 

"Sono calati di quasi il 9% in due anni gli infortuni sul lavoro, come dimostra il rapporto Inail. Cresce invece l’attenzione verso le nuove malattie professionali". Lo afferma Adelina Bianchini, direttrice del patronato Epasa-Cna, sottolineando come negli ultimi anni il fenomeno degli infortuni sul lavoro denunciati continua a registrare un trend in diminuzione.


Il rapporto recente dell’Inail conferma, infatti, nei primi mesi del 2013 una diminuzione di quasi il 9% sul 2011, e del 23% rispetto al 2008.
"Diminuiscono le denunce per infortuni mortali - commenta Adelina Bianchini - aumentano quelle in itinere cioè causati al di fuori dell’azienda, nel percorso casa/lavoro". I cambiamenti tecnologici e sociali, contribuiscono ad aggravare, però, i pericoli esistenti per la salute, mentre si profilano nuovi rischi. "Le malattie professionali più conosciute - spiega la direttrice del patronato Epasa – Cna - come la pneumoconiosi e quelle legate all’amianto, continuano ad essere molto diffuse, mentre quelle più nuove e in aumento, sono legate a disturbi mentali e muscolo-scheletrici. "Tra i settori artigiani le malattie professionali più diffuse che interessano maggiormente gli imprenditori – evidenzia Adelina Bianchini - vi sono per il settore edile, e per gli imbianchini e pavimentisti: l’ipoacusia da rumore (sordità), le tendiniti (spalla, gomiti, polsi), i problemi alle ginocchia, discopatie (ernie), alcune di queste patologie sono riscontrabile anche nei confronti di elettricisti e idraulici; per un imprenditore/imprenditrice che opera nel campo dell’estetica e dell’acconciatura le malattie professionali che si possono riscontrare sono: tunnel carpale, epicondilite, dermatiti allergiche, asma". Un carrozziere può incorrere in ipoacusia da rumore (sordità), ma, avere anche problemi agli arti superiori, asma o bronchite irritativi; un autotrasportatore oltre a malattie osteoarticolari può essere colpito da malattie dell’apparato uro-genitale; dell’apparato respiratorio e sordità da rumore ; per un falegname le principali patologie sono : dermatite, tunnel carpale, rinite allergica, tendiniti. "Il patronato Epasa Cna - precisa la direttrice Adelina Bianchini - può aiutare tutti gli imprenditori artigiani a far emergere le diverse patologie da lavoro, esercitando una azione di tutela e stimolando interventi di prevenzione, fondamentali per prevenire i decessi e le malattie stesse". Per questo il patronato Epasa Cna di Rovigo ha sottoscritto, tra le prime nel Veneto, a favore degli artigiani della provincia di Rovigo, una convenzione con il gruppo Auris Italiana che consente in particolare di approfondire il grado di diminuzione uditiva, considerato che l’ipoacusia da rumore è diffusa tra molte attività artigiane. "Invitiamo gli artigiani che lamentassero qualche patologia riconducibile al tipo di lavoro svolto – conclude Adelina Bianchini - a contattare il Patronato Epasa Cna, che metterà a disposizione tutta la disponibilità e l’esperienza dei propri operatori, rivolgendosi alla sede provinciale dello stesso".
Fonte: RovigoOggi (5 settembre 2013)

Copyright © 2005 - 2013 L'Audioprotesista | Comunicati News e Lavoro.
All rights reserved. Tutti i contenuti sono di proprietà dalla Rivista.

Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti per garantirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information