FacebookTwitterRSS Feed
AUDIOSCREENING APP
Ecco i link per scaricare l’applicazione sui vostri dispositivi 
ANDROID-1
IOS-1
WINDOWS-1
questionario
Online il nuovo testo su liberalizzazioni e sentenze.
SCARICA IL PDFFIA-1
IdeaLab ______________
libro-idealab
 
Linee Guida ____________
linee guida
 

 

 

Apparecchi acustici venduti in famacia. Dura presa di posizione del presidente dell'Anap Gianni Gruppioni. Ecco le tappe
Scarica i PDF
Scarica Scarica
Scarica
 Scarica
Scarica
 Scarica

Area Download

udi e sicu quad 3

larivista2

La vita, il Destino_______

scarica il libro

ETICA

 

Iscriviti alla Newsletter de l'Audioprotesista per essere sempre aggiornato

* Campi Obbligatori
 
 

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, strumento che regola l’accesso a una serie di servizi e prestazioni fondamentali, è stato finora indicato come un Livello Essenziale di Assistenza. Il testo di riforma arrivato in Parlamento per l’approvazione e non dev’essere stravolto o peggiorato, limitando l’accesso alle prestazioni o scaricandone il costo sui cittadini con disabilità e le loro famiglie.


Il nuovo testo sull’ISEE – è la richiesta dell’ANFFAS – non deve tradursi nell’ennesimo tentativo di scaricare gran parte dei costi delle prestazioni sui cittadini con disabilità e sulle loro famiglie».

In questi giorni è giunto in Parlamento il testo di riforma dell’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, strumento attraverso il quale viene regolato l’accesso – soprattutto nei termini della compartecipazione al costo – a una serie di servizi e prestazioni fondamentali per la tutela dei diritti, le pari opportunità, l’inclusione sociale di quelle persone e famiglie che sono pericolosamente e maggiormente esposte al rischio di povertà ed esclusione sociale. È particolarmente importante, quindi – come ribadito più volte in questi mesi da numerose associazioni di persone con disabilità -, che questo Indicatore sia omogeneo su tutto il territorio nazionale , per evitare sperequazioni e carichi economici eccessivi sulle famiglie e sulle persone. Dal canto suo, l’ ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) ha seguito attentamente l’iter della rideterminazione dell’ISEE, contribuendo anche alla stesura del testo, nel corso delle apposite consultazioni, cui ha partecipato all’interno della delegazione della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handiap). E tuttavia, dopo l’ultima stesura, la Conferenza Stato-Regioni ha in parte modificato il testo originario , consentendo alle Regioni e ai Comuni di individuare ulteriori criteri di definizione dell’ISEE: il rischio di un’applicazione disomogenea, quindi, appare ora estremamente concreto e in tal senso l’ANFFAS – non a caso subito dopo la quarta Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità di Bologna -  torna sul tema , per chiedere una rapida approvazione, ma caldeggiando anche opportune migliorie . «La nostra Associazione – spiega Roberto Speziale , presidente nazionale dell’ANFFAS – segue con sentita attenzione la rideterminazione dell’ISEE perché a questa sono realmente collegate le condizioni di vita di migliaia di cittadini con disabilità e delle loro famiglie in tutta Italia. L’accesso ai servizi, specie quelli inclusivi, al momento, è colmo di discriminazioni , disomogeneità territoriali e vessazioni , che spesso trovano il loro epilogo nelle aule dei Tribunali. Occorre dunque che il nuovo testo venga approvato in termini rapidi e che i criteri dell’ISEE diventino univoci in tutta Italia , visto che lo stesso strumento, finora, è stato indicato come Livello Essenziale di Assistenza. Il testo attuale, perciò, non dev’essere stravolto o peggiorato, né tradursi in un ennesimo tentativo di limitare l’accesso alle prestazioni o di scaricarne gran parte del costo sui cittadini con disabilità e sulle loro famiglie».

Copyright © 2005 - 2013 L'Audioprotesista | Comunicati News e Lavoro.
All rights reserved. Tutti i contenuti sono di proprietà dalla Rivista.

Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti per garantirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information