FacebookTwitterRSS Feed
AUDIOSCREENING APP
Ecco i link per scaricare l’applicazione sui vostri dispositivi 
ANDROID-1
IOS-1
WINDOWS-1
questionario
Online il nuovo testo su liberalizzazioni e sentenze.
SCARICA IL PDFFIA-1
IdeaLab ______________
libro-idealab
 
Linee Guida ____________
linee guida
 

 

 

Apparecchi acustici venduti in famacia. Dura presa di posizione del presidente dell'Anap Gianni Gruppioni. Ecco le tappe
Scarica i PDF
Scarica Scarica
Scarica
 Scarica
Scarica
 Scarica

Area Download

udi e sicu quad 3

larivista2

La vita, il Destino_______

scarica il libro

ETICA

 

Iscriviti alla Newsletter de l'Audioprotesista per essere sempre aggiornato

* Campi Obbligatori
 
 

Dare la possibilità ai pazienti di sapere se e come si aggiorna il proprio medico, rendendo consultabili i risultati conseguiti nel triennio formativo negli studi e negli ambulatori. È la proposta che emerge da una tavola rotonda al Ministero della Salute tra le associazioni dei pazienti e le istituzioni, politiche e mediche, dedicata all'emergenza Ecm promossa da Consulcesi.

 

Qui il ministro della Salute Beatrice Lorenzin (nella foto) ha chiesto chiarimenti alla Federazione Nazionale Ordini dei Medici sui dati secondo cui il 50% dei camici è in ritardo sulla formazione obbligatoria. Lorenzin esorta anche ad ammodernare i corsi: "Bisogna puntare sull'innovazione, sulla formazione a distanza e sulla telemedicina". Serve inserire "elementi e obiettivi per i medici di famiglia e gli specialisti, in ambiti sottovalutati o non presi in considerazione. Non è ammissibile oggi un medico non aggiornato, soprattutto un dipendente del Ssn". E sul fontre

Secondo i numeri ribaditi dai vertici FNOMCeO nel 2015 solo il 50% dei medici ha raggiunto una quota di crediti, almeno 35, tale da legittimare l'assolvimento dell'obbligo. Numeri sui dentisit non ci sono anche se "voci" li indicano più ligi nell'assolvere l'obbligo formativo.

Intanto il 31 dicembre scadrà il triennio necessario per recuperar ei 150 crediti necessari per ottemperare all'obbligo ECM. Sulla carta non esistono sanzioni per chi non raccoglie il numero di crediti indicati alla norma, il controllo e l'eventuale sanzione viene demandata agli ordini provinciali dove il discente medico o odontoiatra è iscritto.

Ecco il promemoria per come poterli recuperare.

Obbligo formativo

L'obbligo formativo standard per il triennio 2014-2016 è pari a 150 crediti formativi in un range che va da un minimo del 50% ad un massimo del 150% dell'obbligo formativo annuo.

I crediti acquisiti in eccedenza, spiega la Commissione ECM, non hanno validità ai fini del soddisfacimento del fabbisogno formativo individuale del triennio, e non vengono conteggiati all'interno del Dossier Formativo.

E' possibile, in virtù della formazione effettuata nel triennio precedente (2011-2013), di avvalersi di una riduzione fino a 45 crediti secondo questi parametri.

Se nel triennio 2011-2013 sono stati raccolti tra i 101 ed i 150 crediti nell'attuale triennio si dovranno raccogliere almeno 105 crediti formativi; se sono stati raccolti tra i 51 ed i 100 crediti si dovranno raccogliere 120 crediti; se nel triennio precedente sono stati raccolti da 30 a 50 crediti i crediti da raccogliere per questo triennio saranno 135.

Rispetto agli anni precedenti, per i liberi professionisti, salta il limite di crediti da raccogliere in un anno, fermo restando l'obbligo di conseguire 150 crediti formativi nel triennio. I liberi professionisti, quindi, hanno la possibilità di acquisire, per singolo anno, i crediti in maniera flessibile.

Modalità formazione per i liberi professionisti

Oltre all'esonero dall'obbligo di ottenere un numero minimo di crediti annuali, i liberi professionisti possono ottenere i crediti formativi anche attraverso una sola delle seguenti modalità:

• Convegni congressi simposi conferenze - Attività di ricerca (FSC) - Gruppi di miglioramento (FSC) - Docenza e tutoring anche individuale: La somma dei crediti non può superare complessivamente il 60% dell'obbligo formativo individuale triennale al netto di riduzioni, esoneri ed esenzioni

• Formazione a Distanza (FAD): È consentito a tutti i professionisti sanitari di assolvere l'intero debito formativo anche mediante formazione a distanza (FAD) come ad esempio quella proposta dalla piattaforma EDRA attraverso Dental Cadmos.

• Docenza, tutor, relatore di formazione: I crediti acquisiti tramite docenza non possono superare il 50% obbligo formativo individuale triennale al netto di riduzioni, esoneri ed esenzioni.

• Autoformazione per liberi professionisti: sono I crediti non possono superare il 10% dell'obbligo formativo individuale triennale al netto di riduzioni, esoneri ed esenzioni. E' la formazione ottenuta attraverso la lettura di articoli, di libri od il confronto con i propri colleghi. Deve essere autocertificata all'Ordine che valuterà, ed eventualmente registrerà, i crediti. Effettuando l training disponibili su Odontoaitria33 si potrà scaricare una dichiarazione da consegnare al proprio ordine per ottener ei crediti per l'autofromazione.

Certificazione della formazione svolta

Una vota partecipato agli eventi il professionista cosa deve ottenere il certificato di partecipazione rilasciato dal provider che ha organizzato l'evento con il numero di crediti ottenuti, solitamente gli viene spedito dopo aver verificato il superamento del questionario. Numeri di crediti che il provider è obbligato ad inserire nel sistema Ecm in modo che possa essere aggiornata sulla piattaforma del Cogeaps dove il singolo professionista (registrato) può verificare la propria "situazione crediti" all'interno del Dossier Formativo ed eventualmente richiedere al provider l'aggiornamento per gli eventi a cui ha partecipato ma non sono stati registrati.

Al termine del triennio 2014-2016, il professionista potrà richiedere o ricevere l'attestato di "partecipazione al programma ECM" in cui vengono indicati il numero di crediti acquisiti nel triennio. Se il professionista ha ottenuto più di 150 crediti riceverà anche il certificato di "completo soddisfacimento dell'obbligo formativo" (alcune OMCeO hanno inviato questi certificati già per il triennio precedente).

Se il proprio Ordine non invia i certificati sarà il professionista a farne richiesta.

La CNFC informa che i crediti acquisiti durante i periodi di esenzioni ed esoneri non vengono conteggiati per il soddisfacimento del fabbisogno formativo e non vengono conteggiati all'interno del Dossier Formativo e che i crediti acquisiti per la propria professione, e non per le discipline esercitate, hanno validità ai fini del soddisfacimento del fabbisogno formativo individuale del triennio, ma non vengono conteggiati all'interno del Dossier Formativo.

(Tratto da Odontoiatria 33)

Copyright © 2005 - 2013 L'Audioprotesista | Comunicati News e Lavoro.
All rights reserved. Tutti i contenuti sono di proprietà dalla Rivista.

Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti per garantirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information