FacebookTwitterRSS Feed
AUDIOSCREENING APP
Ecco i link per scaricare l’applicazione sui vostri dispositivi 
ANDROID-1
IOS-1
WINDOWS-1
questionario
Online il nuovo testo su liberalizzazioni e sentenze.
SCARICA IL PDFFIA-1
IdeaLab ______________
libro-idealab
 
Linee Guida ____________
linee guida
 

 

 

Apparecchi acustici venduti in famacia. Dura presa di posizione del presidente dell'Anap Gianni Gruppioni. Ecco le tappe
Scarica i PDF
Scarica Scarica
Scarica
 Scarica
Scarica
 Scarica

Area Download

udi e sicu quad 3

larivista2

La vita, il Destino_______

scarica il libro

ETICA

 

Iscriviti alla Newsletter de l'Audioprotesista per essere sempre aggiornato

* Campi Obbligatori
 
 

Oltre duemila controlli in 12 piazze italiane: solo a Pescara ne sono stati effettuati 590. È stata un vero e proprio successo la nuova edizione di “Nonno Ascoltami!”, la campagna di screening gratuito dell’udito giunta quest’anno alla sua quinta edizione. Nata, infatti, cinque anni fa a Pescara, da un’idea di Mauro Menzietti, vicepresidente nazionale dell’Anap e direttore

della rivista l’Audioprotesista, la manifestazione negli anni è cresciutaed ha conquistato nuove piazze, diventando un evento nazionale. Quest’anno “Nonno Ascoltami!” sì è sdoppiato in due giornate, raggiungendo ben dodici piazze. Prima il 28 settembre a Pescara, Chieti, Lanciano, Teramo, Giulianova, L’Aquila e Penne e poi il 5 ottobre a Vasto, Termoli, Albano Laziale, Bari e Matera. La formula, vincente, dell’evento è sempre la stessa: per un’intera giornata medici, audioprotesisti, professionisti del settore e volontari, mettono il proprio tempoa disposizione dei tantissimi nonni (e non solo) che puntualmente rispondono all’invito in piazza per un controllo dell’udito effettuato in strutture mobili messe a disposizione dalla Croce Rossa e dalla Misericordia.
Grande soddisfazione è stata espressa dagli organizzatori, a cominciare da Mauro Menzietti. «Quando abbiamo immaginato questa manifestazione - sono state le sue parole - pensavamo proprio a questo, a una grande festa di salute e di prevenzione. Facendo questo lavoro, vediamo quanta gente è restia a controllarsi per un malinteso concetto di prevenzione: recarsi in ospedale o accedere a strutture pubbliche a volte può rappresentare un ostacolo. Per non dire della reticenza con cui ancora si affrontano i disturbi uditivi. A tutto danno della propria salute. In questo modo, invece, grazie alla collaborazione con i medici ed il personale sanitario, riusciamo a fare il contrario, a portare gli ospedali in piazza: cade così ogni ostacolo, le persone sono ben disposte e volentieri accettano anche di attendere per qualche minuto il proprio turno».
Se per alcune città, come Pescara e Chieti, “Nonno Ascoltami!” è ormai un evento consolidato - grazie alla lungimiranza di Claudio Caporale, direttore del reparto Orl dell’ospedale Santo Spirito di Pescara e di Adelchi Croce, direttore della Clinica Otorinolaringoiatrica Ospedale Clinicizzato SS. Annunziata, Chieti e del loro staff - per altre piazze si è trattato della prima esperienza. Ma ovunque la manifestazione è stata accolta con grande entusiasmo. Merito dell’impegno profuso da tutti, a cominciare dai medici che hanno messo a disposizione collaboratori e grande professionalità. A Bari Domenico Petrone, direttore del reparto di Otorinolaringoiatria Ospedale di Venere e Nicola Quaranta, direttore della Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Università di Bari sono stati instancabili, dispensando anche preziosi consigli ai nonni. Stessa scena a Matera, grazie a Gennaro Larotonda , Primario Orl Ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera. Ma è stato il calore della gente a fare la differenza, soprattutto nella suggestiva piazza di Matera, dove sembrava che quasi tutto il Paese si fosse riunito intorno alle strutture mobili predisposte. A Vasto, in piazza Rossettini, c’è stato un vero e proprio dispiegamento del reparto Orl dell’ospedale San Pio: sono stati presenti per tutta la giornata il direttore del reparto Roberto Buzzelli con Gianluigi Gaggini, Luca D’Agostino e Gianluca Diletti. Grande partecipazione anche a Termoli, dove piazza Vittorio Veneto è stata un via vai di nonni, nipotini e tanti curiosi. Con professionalità il direttore del reparto Orl dell’Ospedale “San Timoteo”, Giovanni Serafini, ha coordinato visite e controlli sostenuto da medici e professionisti del settore come Antonio Gizzi, Maria Assunta Ruscitto, Mario Potena, Faustino Rosati e Tiziana Di Iullo. Ad Albano Laziale sono scesi in piazza Michele Di Paolo, Direttore sanitario del Polo Ospedaliero San Giuseppe di Marino, che ha confermato come “Nonno Ascoltami!” risponda ai programmi di prevenzione nei quali la struttura ospedaliera è già impegnata e Tiziana Ciarla, primario del reparto Orl del Polo Ospedaliero San Giuseppe di Marino. Ma l’elenco delle piazze e delle strutture sanitarie che hanno reso possibile questo importante evento di prevenzione continua: a Penne, Vincenzo Rapino, direttore del reparto Orl dell’Ospedale Civile “San Massimo”, veteranodell’iniziativa, con i suoi collaboratori ha accolto i nonni in Piazza Luca da Penne; a L’Aquila i controlli sono stati coordinati dall’equipe di Antonio del Signore, direttore del reparto Orl dell’Ospedale Civile “San Salvatore”; a Giulianova in piazza delle Fosse Ardeatine è sceso in campo il reparto Orl dell’Ospedale Civile “Maria SS. dello Splendore” diretto da Sergio Molina mentre a Teramo è stato Pietro Romualdi, direttore del reparto Orl dell’Ospedale Civile “G. Mazzini” a coordinare i lavori. Grande festa, infine, a Lanciano con il reparto Orl dell’Ospedale Civico “F. Renzetti” guidato da Lanfranco D’Archivio.
E a dare bene il senso della salute legata alla festa, in tutte le piazze nuovi partner hanno arricchito la manifestazione. A Pescara infatti è nata “Piazza Prevenzione”, con dibattiti ed incontri ai quali hanno partecipato medici e specialisti non solo esperti di disturbi uditivi. Con il professor Ettore Cianchetti, noto senologo, è stato affrontato il ruolo dell’alimentazione nella prevenzione dei tumori ma soprattutto quest’anno, alla manifestazione si è aggiunto un partner d’eccezione, Irene, il Polo dell’Economia Civile.Un’alleanza che testimonia l’importanza di un azione sinergica sul versante socio-sanitario, come spiega Lucia Todisco, direttore del Polo Irene: «Siamo convinti che la salute non debba rappresentare solo un costo per la comunità - ha spiegato -, ma che debba offrire soluzioni ai problemi dei cittadini».

Copyright © 2005 - 2013 L'Audioprotesista | Comunicati News e Lavoro.
All rights reserved. Tutti i contenuti sono di proprietà dalla Rivista.

Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti per garantirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information