FacebookTwitterRSS Feed
AUDIOSCREENING APP
Ecco i link per scaricare l’applicazione sui vostri dispositivi 
ANDROID-1
IOS-1
WINDOWS-1
questionario
Online il nuovo testo su liberalizzazioni e sentenze.
SCARICA IL PDFFIA-1
IdeaLab ______________
libro-idealab
 
Linee Guida ____________
linee guida
 

 

 

Apparecchi acustici venduti in famacia. Dura presa di posizione del presidente dell'Anap Gianni Gruppioni. Ecco le tappe
Scarica i PDF
Scarica Scarica
Scarica
 Scarica
Scarica
 Scarica

Area Download

udi e sicu quad 3

larivista2

La vita, il Destino_______

scarica il libro

ETICA

 

Iscriviti alla Newsletter de l'Audioprotesista per essere sempre aggiornato

* Campi Obbligatori
 
 

C’era grande attesa. Ed è stato davvero il Congresso dei record quello che si è svolto dal 30 ottobre al 1 novembre al Palacongressi di Rimini. Il diciottesimo, l’appuntamento della maturità, come è stato ribattezzato. Più di millecinquecento iscritti, overbooking per la cena di gala e una nutrita schiera di studenti del corso di laurea in Tecniche Audioprotesiche carichi di entusiasmo e di aspettative. Dalle premesse, un evidente interesse per i temi proposti e per i contenuti delle sessioni, di cui lo svolgimento dei lavori ha poi confermato la piena validità. Del resto, già il titolo scelto dagli organizzatori è stato decisamente accattivante: “Il futuro è oggi, prospettive professionali, sociali, tecnologiche e di mercato”.

 

Costantemente proiettati in avanti, gli audioprotesisti hanno dimostrato, con questo Congresso, di aver saputo cogliere le opportunità offerte dai cambiamenti della società. La complessità sociale imponeva uno sforzo e gli audioprotesisti si sono messi in gioco. E così, i temi trattati dipingono una professione in continua evoluzione, attenta alle necessarie trasformazioni, in primis al suo interno.
Ecco, allora, l’audioprotesista del futuro: tra novità tecnologiche, nuove frontiere audiologiche, il panorama europeo della professione e la direttiva Ue sui dispositivi medici. Sono numerosi gli argomenti affrontati nelle giornate congressuali, alcuni dei quali hanno appassionato la platea oltre che i relatori. Come è accaduto quando sul tavolo sono saliti i nuovi Lea e il Nomenclatore Tariffario. Alla discussione hanno partecipato Mirella Bistocchi, presidente Anifa e Fernanda Gellona, direttore generale di Assobiomedica. Insieme a loro gli “stati generali” della Fia: Corrado Canovi, Gianni Gruppioni e Salvatore Regalbuto. Di livello anche la tavola rotonda dedicata al “Bilancio etico e al Codice Deontologico dell’Audioprotesista”, con l’avvocato Silvia Stefanelli, Carlo Luison (Deloitte Italia), Massimo Sitzia e Sergio Cosmai. Nell’ambito di questo incontro è stato presentato il volume, appositamente elaborato per il Congresso, curato da Gianni Gruppioni con il contributo di Silvia Stefanelli: “Liberalizzazioni, Iper-competititvità, Sentenze: come cambia le sanità?”. Ma già la cerimonia d’apertura aveva preannunciato incontri ricchi di spunti e partecipazione. In fila le maggiori autorità in ambito sanitario, dal presidente di Federsalute, Alberto Desantis, a Mirella Bistocchi, presidente Anifa; Ettore Cassandro, past-President AUORL con Angelo Mastrillo. Cerimonia che si è conclusa con la profonda riflessione di Umberto Cotrona sui cambiamenti del settore audioprotesico.
Ma non è tutto, perchè le giornate congressuali sono state ricche di argomenti. Di grande importanza l’approfondimento del panorama europeo: nella tavola rotonda ad esso dedicata sono stati affrontati i temi della professione e soprattutto degli amplificatori acustici e della Direttiva europea sui dispositivi medici dal punto di vista cruciale delle azioni a tutela dei cittadini. A discuterne Corrado Canovi, Dario Ruggeri e Claudio Mariuzzo. E ancora, un focus sulla professione, imprescindibile dall’evoluzione e dall’aggiornamento professionale, come hanno sottolineato Gianni Gruppioni, Antonio Bortone e Carlo Hanau. Sempre interessante anche il tema degli screening. Ad illustrare quello che si è fatto, ma soprattutto a stimolare su quello che si potrebbe fare sono stati Mauro Menzietti, Ettore Cassandro, Salvatore Regalbuto e Arcadio Vacalebre. Il Congresso ha poi offerto l’opportunità a tutti gli associati di avere un confronto con l’avvocato Pietro Giannotta, per approfondire lo stato dei rapporti tra Asl e Aziende Associate. Un incontro evidentemente necessario e utile, tanto da essersi prolungato ben oltre l’ora prestabilita. Spazio anche agli studenti del Corso di Laurea in Tecniche Audioprotesiche con apposite e frequentatissime sezione formative.
Un plauso particolare va alle aziende, lo ha sottolineato Salvatore Regalbuto aprendo la cena di gala. Sempre presenti e di grande stimolo, testimoni di una ricerca tecnologia che non conosce soste e con il grande merito di aver contribuito a trasformare il settore audioprotesico nel fiore all’occhiello della sanità, come oggi ampiamente riconosciuto.

Copyright © 2005 - 2013 L'Audioprotesista | Comunicati News e Lavoro.
All rights reserved. Tutti i contenuti sono di proprietà dalla Rivista.

Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti per garantirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information