FacebookTwitterRSS Feed
Echi dal Congresso: insieme per fronteggiare il presente
ACCORDO INAIL-ANAP-ANA Le tre figure “cerniera” dell’Accordo in vigore dal 30 novembre 2012
Accordo INAIL-ANAP-ANA FAQ: Risposte alle domande più frequenti

2013NORMATIVA

2013AZIENDA

2013FORMAZIONE

AUDIOSCREENING APP
Ecco i link per scaricare l’applicazione sui vostri dispositivi 
ANDROID-1
IOS-1
WINDOWS-1
questionario
Online il nuovo testo su liberalizzazioni e sentenze.
SCARICA IL PDFFIA-1
IdeaLab ______________
libro-idealab
 
Linee Guida ____________
linee guida
 

 

 

Apparecchi acustici venduti in famacia. Dura presa di posizione del presidente dell'Anap Gianni Gruppioni. Ecco le tappe
Scarica i PDF
Scarica Scarica
Scarica
 Scarica
Scarica
 Scarica

Area Download

udi e sicu quad 3

larivista2

La vita, il Destino_______

scarica il libro

ETICA

 

Iscriviti alla Newsletter de l'Audioprotesista per essere sempre aggiornato

* Campi Obbligatori
 
 

 

audioprotesista41

 

 AUDIOPROTESTIS37PARTE2

news-19

La cura dell’udito: un sonoro investimento!

Screening uditivo di massa e presa in carico integrata: la Federazione Europea dei Deboli di Udito (EFNOH), l’ associazione Europea degli Audioprotesisti (AEA) e l’ Associazione Europea dei Fabbricanti di Strumentazione Audioprotesica (EHIMA) esortano l’Unione Europea a sviluppare politiche di prevenzione e cura dell’ipoacusia. Di seguito il comunicato ufficiale.

L’O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità) festeggerà il prossimo 3 marzo 2014 l’International Ear Care Day – Giornata mondiale della cura dell’udito. I Paesi membri avranno il compito di sviluppare proposte e progetti che mirino a integrare la prevenzione e la presa in carico dell’ipoacusia nell’assistenza sanitaria di base.
Il 16% della popolazione europea, quasi 80 milioni di persone, è affetto da sordità. Di questi, ben 30 milionisoffrono di un’ipoacusia non diagnosticata.
Oltre alle proprie problematiche intrinseche (difficoltà di comunicazione, complicazione dell’attività lavorativa, isolamento sociale), la sordità è spesso associata ad altre patologie, come obesità – donne affette da obesità grave con un Indice di Massa Corporea sopra i 40 punti rischiano di incorrere in problemi uditivi per il 25% in più (Curhan, 2013); diabete – tra i soggetti diabetici l’ipoacusia raddoppia (Bainbridge , 2008), demenza – le probabilità di sviluppare la demenza aumentano con l’aggravarsi dell’ipoacusia (Lin, 2011) e depressione – tra i soggetti ipoacusici, il rischio di soffrire di depressione è ridotto del 50% se vengono utilizzati apparecchi acustici (studio SHARE, 2011).
Alla luce di questi dati, che dimostrano come la sordità accresca il rischio di sviluppare altre patologie, la Federazione Europea dei Deboli di Udito (EFNOH), l’ Associazione Europea degli Audioprotesisti (AEA) e l’Associazione Europea dei Fabbricanti di Strumentazione Audioprotesica (EHIMA)hanno chiesto formalmente all’Unione Europea, con una dichiarazione congiunta, di chiarire quali politiche ed iniziative siano in programmazione a livello continentale per implementare uno screening uditivo generale, come parte del check – up sanitario, per tutti gli adulti sopra i 55 anni residenti nei Paesi membri dell’UE.
I soggetti ipoacusici, data l’alta incidenza di patologie annesse alla sordità, hanno inoltre una forte esigenza di una presa in carico integrata e multidisciplinare. A questo proposito, le tre organizzazioni continentali sollecitano l’Unione Europea a indicare quali progressi siano stati compiuti, nell’UE, per ciò che riguarda l’integrazione delle cure, nel quadro del Partenariato europeo per l’innovazione sull’invecchiamento attivo e in buona salute (EuropeanInnovationPartnership on Active and HealthyAgeing) e in coerenza con la convenzione ONU sui Diritti dei Disabili.
I costi di un’ assenza di serie politiche di prevenzione della sordità, così come l’età media della popolazione, stanno crescendo sempre di più. Introdurre screening di massa per gli over – 55 e promuovere programmi di percorsi rimediativi integrati e multidisciplinari per i soggetti ipoacusici rappresentano un sonoro investimento per i governi e per gli 80 milioni di europei che soffrono di sordità.

Copyright © 2005 - 2013 L'Audioprotesista | Comunicati News e Lavoro.
All rights reserved. Tutti i contenuti sono di proprietà dalla Rivista.

Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti per garantirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information